Seleziona una pagina

Ah, l’amour! Quanto è bello innamorarsi? 😍 Sicuramente l’inizio di una relazione affettiva è uno dei più bei momenti della nostra vita.

Le prime uscite, le prime telefonate romantiche, l’attesa di rivedersi e il sorriso da ebete che ci spunta sulla faccia ogni volta che pensiamo a lui/lei ad un certo punto spesso lasciano spazio ad una conoscenza più profonda che tante volte sbocca nell’iniziare una vita insieme sotto lo stesso tetto.

La convivenza (intesa come l’andare a vivere insieme, con o senza matrimonio), a parer mio, è l’indispensabile banco di prova per qualsiasi coppia perché è il momento in cui davvero ci si mette in gioco al 100% e si scoprono aspetti dell’altro che prima non erano, per ovvi motivi, ben visibili.

Uno dei temi più importanti, ma che purtroppo poco di frequente viene trattato, è la gestione economica della famiglia nascente.

Ognuno verrà dalla sua educazione in merito, avrà le sue convinzioni e i suoi progetti e senza condivisione diventa molto difficile camminare sulla stessa strada. Basti pensare che i soldi sono la seconda causa di discussioni nelle relazioni (la prima, se te lo stai domandando, riguarda i rapporti conflittuali coi parenti. Ma va?🤔).

 

Come fare dunque a non finire sul campo minato

ancor prima di iniziare questa nuova fase dell’amore?

Ecco alcuni consigli per gestire bene amore e soldi e convivere (economicamente) felici:

 

1. Non aver paura di parlare apertamente di soldi 🗣️

Nel momento in cui si va a vivere sotto lo stesso tetto, sarà inevitabile avere a che fare con bollette, spesa alimentare, cene  da pagare e tanti altri piccoli gesti che richiedono un dispendio economico. Per questo motivo, è fondamentale affrontare il tema apertamente fin da subito: conoscere il reddito, i risparmi e la storia economica della persona con cui si vive è imprescindibile e non serve vergognarsi di nulla, anzi si eviteranno facilmente discussioni future mettendo tutto in chiaro fin da subito.

 

2. Decidete insieme come affrontare le spese 👫

Potete fare tutto a metà e segnare le spese in un’app che vi faciliti il compito oppure contribuire ognuno in proporzione al proprio reddito o ancora definire chi si occupa di cosa (io pago l’affitto e tu le bollette). Insomma mettete tutto in chiaro di modo tale che non si generino equivoci in cui potreste sentirvi intrappolati. Ancora più importante definire il tutto quando ci sono anche dei figli, soprattutto se nati da relazioni precedenti. Ad esempio, dare per scontato che uno solo dei due debba totalmente farsi carico di tutti, senza averne parlato prima, non porterà a nulla di buono.

 

3. Definite gli obiettivi economici di coppia 🎯

Quando si parla di amore e soldi, per convivere economicamente felici è importante definire quali siano gli obiettivi da raggiungere insieme: comprare una casa, sposarsi o anche avere dei figli sono decisioni importanti nella vita di ciascuno di noi che hanno tutte risvolti economici indubbiamente significativi. Se ad esempio decidete che è arrivato il momento di acquistare insieme il tetto da mettere sulla testa, definite chi contribuirà e in quale proporzione, create insieme i vostri risparmi in funzione delle possibilità di ciascuno e datevi un budget realistico che vi permetta di fare la scelta migliore da tutti i punti di vista.

Tutto. Rigorosamente. Insieme.

 

4. Non lasciare mai che sia solo uno dei due ad avere il totale controllo dei soldi di entrambi 🕹️

Tra partner, è giusto dividere tutte le responsabilità: dalla pulizia della casa alla gestione dei figli, dal cucinare al pagare le bollette. È corretto quindi anche dividere le responsabilità in materia di soldi. Lasciare la gestione ad una delle parti (che solitamente nella nostra società è quella maschile) comporta due principali problemi:

  • Chi non gestisce i soldi, non ha idea di come vengano utilizzati e pertanto non li spende in maniera consapevole. Tra l’altro ci si trova spesso sottomessi in una posizione di controllo da parte dell’altra persona, che può decidere, senza consultarti, come quando e dove ognuno dei due può spendere (questo video può aiutarti a capire meglio di cosa parlo).
  • Chi invece si occupa della gestione per entrambi, ha la totale responsabilità di qualunque scelta, cosicché si trova in una situazione che non permette errori né punti di vista differenti dal proprio che possono aiutare a vedere le cose sotto un’altra luce.

Evita il più possibile di cadere in ognuna di queste due trappole.

 

5. Non fare il passo più lungo della gamba 🦿

Bella quell’auto da 40.000€ ma viviamo in 3 con uno stipendio solo. È davvero il caso di acquistarla?

Comprare con l’unico obiettivo di apparire è insensato. Fate le vostre scelte nell’ambito delle vostre possibilità, per star bene e vivere felici e non per far sembrare agli altri che siete più ricchi di quanto possiate realmente permettervi.

Ricorda che:

 

Qual è la tua esperienza in merito? Ti senti liber@ di parlare di soldi con il tuo partner? Vi occupate insieme della gestione economica della famiglia?

Se ti va di raccontarmi la tua opinione, lascia un commento o scrivimi in privato. E se vuoi approfondire l’argomento, prenota subito la tua consulenza gratuita!

A presto.