Seleziona una pagina

Che tua sia un elfo oppure un grinch, credente oppure no, bambin@ o adult@, il Natale si avvicina anche quest’anno. Saremo pure pieni di interrogativi in questo 2020 e non sappiamo bene come e se potremo festeggiare, ma la data dal calendario non ce la toglie nessuno! Almeno su questo possiamo esserne certi (sempre che non siano previsti altri asteroidi in arrivo 😅).

Solitamente questo periodo porta con sé quattro tipi principali di spese: viaggi, regali, addobbi e pasti (cenone&co.).

Vista la situazione, credo che l’argomento viaggi nel 2020 sarà sicuramente ridimensionato e così, in questa e nelle prossime puntate, ho deciso di raccontarti degli altri tre aspetti e di come gestire al meglio le spese in queste occasioni.

Partiamo oggi dagli addobbi:

Lucine, palline, decori, centrotavola, tovaglie a tema, candelabri e tanto altro stanno arrivando nelle nostre case a rendere l’atmosfera magica.

Fantastica direi, io l’adoro. Ma… quanto ci costano?

Un albero di Natale completo e decorato costa in media 230€, una tovaglia natalizia va dai 30 ai 70€. Questi solo per fare degli esempi.

Come fare dunque per risparmiare qualcosa?

 

Innanzitutto molte decorazioni possono essere fai da te. Risulterà così divertente creare qualcosa insieme alla propria famiglia o semplicemente un ottimo passatempo per i giorni trascorsi in casa. Palline, ghirlande e centrotavola avranno così il tuo inequivocabile tocco personale.

 

Pallina di Natale home made

 

Se non sei un’amante del bricolage(🙋🏻‍♀️), scegli le tue decorazioni con l’obiettivo di poterle riutilizzare negli anni successivi.

Per quanto riguarda l’acquisto dell’albero, ci sono due principali opzioni:

  • albero naturale: una scelta sicuramente ecologica, considerato che ci sono vivai in cui vengono fatti crescere ad hoc, senza disboscare nulla. In questo caso, meglio rivolgersi a un produttore locale per ridurre l’impatto ambientale legato al trasporto. Finite le feste, l’ideale sarebbe piantarlo nel proprio giardino. Se non hai questa possibilità, serve verificare come smaltirlo in base alle regole del Comune in cui vivi.
  • albero artificiale: più durevole e più semplice da tenere in casa senza dover ripulire continuamente aghi caduti, può essere riutilizzato negli anni successivi. Dal punto di vista ecologico, per non impattare troppo sull’ambiente, l’ideale sarebbe utilizzarlo per circa 20 anni.

Un’accortezza legata alla bolletta invece è quella di acquistare le luci decorative a led: per quanto possano avere un costo maggiore al momento dell’acquisto, consumano l’80% in meno delle luci tradizionali e durano molto più a lungo.

Immancabile per gli amanti delle decorazioni natalizie è invece il centrotavola: in questo caso sarà la natura stessa ad ispirarci! Pigne, bacche, rametti, frutta essiccata (anche direttamente in casa) potranno venirti in aiuto per creare le tue decorazioni belle e profumate.

In generale, la soluzione ottimale per tutto ciò che non è deperibile è riutilizzare gli addobbi nei natali successivi, magari aggiungendo o cambiando qualche dettaglio anno dopo anno per innovare.

A questo punto, sei più che pront@ per decorare la tua casa!✨

Non perdere le prossima puntata del mercoledì, parleremo di regali! Se invece vuoi approfondire delle tematiche personali legate alla gestione dei soldi e alla consapevolezza economica, contattami per trovare insieme il percorso più adatto a te!